Sabato, 20 Luglio 2024

Kone: Proclamato lo stato di agitazione e ripresa la mobilitazione

Nessuna risposta è arrivata dall’azienda nel corso dell’incontro con l’esecutivo del 23 settembre scorso sulle questioni aperte da molti mesi (ferie e permessi, reperibilità, bacheca elettronica) così come sulla più recente richiesta di erogare un bonus carburante per venire incontro alle difficoltà dei lavoratori determinate dal forte aumento dell’inflazione degli ultimi mesi. L’unico piccolo avanzamento è l’apertura ad un tavolo tecnico su ferie e permessi per analizzare, dati alla mano, la situazione reale.

Il Coordinamento nazionale che si è riunito il 30 settembre u.s. in videoconferenza ha giudicato del tutto insoddisfacente l’esito dell’esecutivo, tenuto anche conto del tempo che l’azienda ha avuto per preparare delle risposte alla lettera formale delle segreterie nazionali dello scorso 6 luglio, nonché del poco tempo rimasto di qui alla fine dell’anno per sciogliere alcuni nodi non rinviabili per ragioni oggettive (ferie e permessi e bonus).

Il Coordinamento, dando mandato ad un gruppo ristretto di incontrare l’azienda per il tavolo tecnico, ha quindi deciso di proclamare da subito lo stato di agitazione e dato mandato a tutte le RSU ed i territoriali di convocare entro la fine del mese le assemblee dei lavoratori per definire i tempi e le modalità di una prima iniziativa di sciopero, conformemente a quanto già deciso dagli stessi lavoratori con gli ordini del giorno approvati lo scorso 23 maggio.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 3 ottobre 2022

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search