Giovedì, 18 Luglio 2024

Whirlpool: migliorare il piano industriale per garantire occupazione e lavoro


Si è tenuto oggi, con la presenza del Ministro Di Maio l'incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con la Whirlpool per discutere il piano industriale 2019 – 2021 per gli stabilimenti e le sedi direzionali presenti in Italia.  

Un confronto già avviato lo scorso mese di maggio e condizionato nel suo proseguimento dalle disponibilità del Governo in materia di un ulteriore ricorso agli ammortizzatori sociali.

Nell'incontro di oggi l'AD Ing. Castiglioni ha ripercorso le linee fondamentali del piano industriale del prossimo triennio con previsione di investimenti in processo e prodotto per 31 milioni di euro e la specializzazione degli stabilimenti di Napoli come unico polo di produzioni delle lavatrici a carica frontale e di Comunanza per la produzione di lavasciuga.

Le segreterie di Fim Fiom e Uilm hanno subordinato la condivisione del piano ad interventi e scelte coerenti per tutti gli stabilimenti e le sedi direzionali del Gruppo, chiedendo:
    • la specializzazione dello stabilimento di Comunanza come unico polo europeo della asciugatura con il conseguente trasferimento di produzioni;
    • una garanzia di maggiori volumi produttivi per lo stabilimento di Siena con il sostegno di adeguate politiche commerciali;
    • la piena realizzazione dei processi di reindustrializzazione per Teverola;
    • il completamento della riqualificazione e ricollocazione interna per gli impiegati delle sedi direzionali e un confronto da realizzarsi a livello locale per la stabilizzazione degli interinali nello stabilimento di Cassinetta;
    • la conferma dei volumi previsti in crescita per gli stabilimenti di Cassinetta e Melano.   

Il ministro Di Maio ha concluso l'incontro odierno assicurando la piena continuità degli ammortizzatori sociali per gli anni 2019 e 2020 attraverso la proroga dell'intervento di cassa integrazione straordinaria. Ha chiesto all'azienda di modificare un piano industriale non ancora adeguato e di migliorarlo nel confronto con il sindacato anche con il rientro in Italia di produzioni oggi realizzate all'estero. Si è impegnato a convocare un nuovo incontro entro la metà di ottobre.

L'azienda si è detta disponibile a un confronto per individuare, in coerenza con il piano presentato, soluzioni condivise con il sindacato.

Per la Fiom-Cgil oggi si è realizzato un importante passo in avanti e si è delineato un percorso che dovrà permettere, attraverso un nuovo piano industriale condiviso e con il supporto degli ammortizzatori sociali, di realizzare per tutti i lavoratori di Whirlpool occupazione e lavoro.

Fiom-Cgil Nazionale
Coordinamento sindacale Fiom Whirlpool
Roma 3 ottobre 2018

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search