A+ R A-
17 Ottobre 2018
FacebookTwitter

Termini Imerese. Fiom: necessario tavolo Blutec, Fca e Governo per garantire futuro industriale e occupazionale

Blutec

“Si è svolto oggi il tavolo al Mise sulla vertenza Blutec, che doveva in un primo momento tenersi presso lo stabilimento di Termini Imerese, dove i lavoratori hanno organizzato in contemporanea un’assemblea pubblica. 
Blutec ha dichiarato di aver raggiunto un’intesa tecnico legale con Invitalia, che sarà sottoscritta entro luglio, per la restituzione del precedente finanziamento a seguito del quale partirà il confronto sul nuovo contratto di sviluppo.
Non entriamo nel merito del nuovo piano industriale presentato da Blutec, perché l’unica certezza produttiva sono i 135 lavoratori già oggi occupati, a cui si aggiungono con la commessa dei 6.800 Doblò di FCA, altri 120 persone nei prossimi tre anni. Invece per il raggiungimento della piena occupazione il piano presentato dall’azienda è condizionato dalla concretizzazione degli accordi commerciali che entro il 2021 vedrebbero tutti al lavoro, compresi quelli dell’indotto.
Quindi per 444 lavoratori ad oggi manca la concretizzazione delle previsioni sulla prototipazione e Engineering previsti per settembre 2019 e l’allestimento di veicoli commerciali, come il Ducato, e della componentistica per l’elettrificazione dei veicoli per dicembre 2019.
Per la Fiom è necessario a fronte dell’allungamento dei tempi previsti un tavolo di confronto con il Ministero del Lavoro per assicurare gli ammortizzatori sociali per la continuità occupazionale.
Sulla situazione industriale, la delegazione ministeriale, ha convenuto con la richiesta della Fiom di avere un confronto di verifica con Blutec e FCA per verificare le condizioni di assegnazione delle commesse, visto che riteniamo strategico per l’Automotive la svolta ecologica. 
Inoltre, non c’è conferma di contratti di fornitura, se non nella consegna dei prototipi della moto elettrica ed endotermica, della commessa per aziende della logistica.
Il Governo predisporrà quanto necessario con la Regione Sicilia un nuovo accordo di programma che insieme al contratto di sviluppo investiranno le risorse necessarie alla reindustrializzazione e rioccupazione dei lavoratori di Termini Imerese”. 

Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma segretario nazionale della Fiom e Roberto Mastrosimone segretario generale regionale Fiom Sicilia.

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 18 luglio 2018

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (18_07_18-blutec.pdf)Termini Imerese. Fiom: necessario tavolo per garantire futuro165 kB18-07-2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
5
6
7
11
13
14
15
20
21
22
Data : Lunedì 22 Ottobre 2018
23
25
27
28
29
30

CHIUDI [X]

APRI [»]