A+ R A-
22 Agosto 2018
FacebookTwitter

Fca. Allarme per i dati economico-finanziari, necessario realizzare un piano di rilancio


Al debutto come amministratore delegato del Gruppo Fca, Mike Manley ha comunicato un 2018 fino ad ora più difficile del previsto dal punto di vista finanziario – nonostante la conferma dell'azzeramento del debito – tagliando le stime di ricavi ed ebit. Una revisione che i mercati hanno accolto in maniera inequivocabile, con il titolo Fca che ha perso oltre il 15% del valore. Delusione anche sul versante Maserati, con un pesante secondo trimestre dovuto alla flessione delle vendite in Cina – mercato cui il gruppo guarda in maniera importante – del 65%.
Per Michele De Palma, responsabile Fiom per il settore automotive, “le comunicazioni sulla trimestrale dell’amministratore delegato di Fca sull’andamento del Gruppo e la reazione dei mercati finanziari, nonostante la conferma del piano strategico del 1° giugno, ci mettono in allarme”.
“Il trend positivo dei dati finanziari – continua – s’interrompe nel momento più importante per i lavoratori degli stabilimenti italiani: quello della quantificazione degli investimenti per tradurre il piano strategico in piano industriale.”
“È importante che Fca apra una stagione di confronto sul programma di implementazione dei nuovi modelli e delle nuove motorizzazioni per la piena occupazione dei lavoratori. È necessario un confronto sul futuro delle produzioni Maserati, visti i problemi, Alfa e Jeep a partire da Mirafiori e Pomigliano, e della transizione dalle motorizzazioni Diesel a quelle ibride ed elettriche salvaguardando l’occupazione.”
“Il mondo della mobilità – conclude De Palma – è attraversato da cambiamenti enormi. È necessario che con Fca, a partire dalla proprietà, governo e gli altri sindacati si realizzi un piano di rilancio della produzione dell’auto e della mobilità in Italia.”

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 25 luglio 2018
Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (CS Fiom su FCA allarme dati econ_finanziari.pdf)'Fca. Allarme per i dati economico-finanziari201 kB25-07-2018

CHIUDI [X]

APRI [»]