A+ R A-
21 Novembre 2018
FacebookTwitter

Ammortizzatori sociali: un primo parziale risultato della mobilitazione dei metalmeccanici


Nella Gazzetta Ufficiale n. 247 è stato pubblicato il decreto legge n. 119 del 23 ottobre 2018 (“Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria”) con significativi interventi in materia di ammortizzatori sociali realizzati dalla capacita di mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori metalmeccanici a settembre 2018, messe in campo a fronte della scadenza degli ammortizzatori per migliaia di lavoratrici e di lavoratori.

Il decreto estende la possibilità di proroga della cassa integrazione straordinaria e dei contratti di solidarietà anche alla imprese con meno di 100 dipendenti  fino a un massimo di:
-    12 mesi in caso di proroga di programmi di riorganizzazione aziendale;
-    6 mesi in caso di proroga di programmi di crisi aziendale;
-    12 mesi in caso di proroga di contratti di solidarietà.

È un importante prima modifica della norma che consente – per ora solo per gli anni 2018 e 2019 e nel limite delle risorse già stanziate (100 milioni € per anno) – di prorogare, al fine di garantire la continuità aziendale e la salvaguardia occupazionale, gli ammortizzatori anche nelle aziende con meno di 100 dipendenti nei casi di:
-    cassa integrazione straordinaria, quando il programma di riorganizzazione aziendale è caratterizzato da investimenti complessi o da piani di recupero occupazionale che non si riescono ad attuare nei 24 mesi, o da piani di risanamento non attuabili, per la loro complessità, in 12 mesi;
-    contratto di solidarietà, quando permane anche in parte un esubero del personale già dichiarato nell'accordo.

Nel 2018 (vedi nota ufficio sindacale del 18 gennaio 2018 che alleghiamo per completezza di informazione) questa possibilità non era prevista per i Contratti di solidarietà ed era limitata alle imprese con più di 100 dipendenti a cui il Ministero dello Sviluppo Economico riconosceva una rilevanza economica strategica anche a livello regionale e che presentavano rilevanti problematiche occupazionali con esuberi significativi nel contesto territoriale.

Il 29 ottobre 2018 (con la circolare n 16 che alleghiamo) il Ministero del Lavoro ha emesso le seguenti indicazioni operative:

-    la durata effettiva della proroga rimane collegata al programma di riorganizzazione o di crisi dell’azienda;
-    la  proroga  è  concessa  anche  nel  caso  in  cui  l’azienda  abbia  utilizzato  tutti  gli ammortizzatori  sociali  a  disposizione  nel  cosiddetto  quinquennio  mobile,  purché  i lavoratori siano ancora in forza;
-    il programma di riorganizzazione o di crisi dell’azienda deve essere ancora attuale (in essere o che scade non più di tre mesi prima la data di emanazione della circolare stessa: 29 ottobre 2018);
-    deve essere stipulato un accordo in sede governativa presso il Ministero del Lavoro; a questo fine deve essere presentata, nei 60 giorni antecedenti l'avvio della proroga, istanza al Ministero;
-    la concessione della proroga è subordinata alla presentazione di piani di gestione volti alla salvaguardia occupazionale che prevedano specifiche azioni di politiche attive concordate con la Regione.

Questo intervento normativo, che riduce le esclusioni e le differenze di trattamento tra i lavoratori nella copertura degli ammortizzatori sociali necessari a concludere i processi di riorganizzazione, ristrutturazione e le reindustrializzazioni per gli anni 2019-2020 e la reintroduzione della CIGS per cessata attività ottenuta con il decreto Genova (ripreso nel comunicato stampa di Francesca Re David del 24 settembre 2018) sono un primo parziale risultato della nostra mobilitazione.

L'iniziativa dei metalmeccanici sugli ammortizzatori sociali deve ora proseguire con l'obiettivo di realizzare un intervento strutturale che elimini le limitazioni e le riduzioni introdotte dal Jobs Act ancora non risolte, per superare i limiti (di spesa) previsti dalle nuove norme, sostenere formazione e investimenti innovativi e rilanciare politiche attive efficaci.

UFFICIO SINDACALE FIOM NAZIONALE

Roma, 9 novembre 2018

- href="/web/attivita-sindacale/welfare-stato-sociale/nuove-disposizioni-sugli-ammortizzatori-sociali-nella-legge-di-bilancio-2018" />Nuove disposizioni sugli ammortizzatori sociali nella legge di bilancio 2018 (18 gennaio 2018)</a>"
Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (18_10_29-Circolare_MdL.pdf)Ministero del Lavoro. CIRCOLARE N. 16 DEL 29/10/2018222 kB09-11-2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
10
11
12
17
18
23
24
25

CHIUDI [X]

APRI [»]