A+ R A-
19 Novembre 2018
FacebookTwitter

Alcoa. Il tempo passa, ancora nessun fatto concreto

Preoccupa l'attesa di una convocazione riguardo lo stabilimento Alcoa di Portovesme, dopo il rinvio a data da destinarsi della riunione prevista per il 29 gennaio. Nell'ultimo incontro, tenuto l'11 gennaio scorso al ministero dello Sviluppo economico, la Fiom aveva chiesto di avere la documentazione relativa al piano industriale e occupazionale per il riavvio dello smelter di Portovesme. Una richiesta che si lega a quanto previsto all'articolo 9 – "Confronto con le organizzazioni sindacali" – dell'accordo di programma sottoscritto lo scorso 22 dicembre tra miSe, Invitalia, Regione Sardegna e Sider Alloys.

Ancora di più preoccupa il ritardo rispetto alla previsione di closing inserita nei documenti ministeriali con data 15 febbraio 2018. In quella data, come anche annunciato dal ministro allo Sviluppo economico, dovrebbero verificarsi la "Cessione del complesso industriale", con il "perfezionamento cessione impianto ad Invitalia" e la successiva “cessione impianto a Sider Alloys".

Ad oggi non"abbiamo riscontri riguardo al prossimo incontro, e siamo preoccupati dell'imminenza delle scadenze, oltre che, come già ribadito dopo l'ultimo incontro, della relazione fra il modello organizzativo e produttivo che l'azienda intende adottare e gli organici, diretti e indiretti.

 

Fiom-Cgil Ufficio Stampa

 

Roma, 12 febbraio 2018

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (18_02_12-alcoa.pdf)Alcoa. Il tempo passa, ancora nessun fatto concreto138 kB12-02-2018

Leggi anche

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
10
11
12
17
18
23
24
25
30

CHIUDI [X]

APRI [»]