A+ R A-
27 Giugno 2017
Federazione Impiegati Operai Metallurgici

Nota su novità inerenti “il rischio da movimentazione manuale di carichi”

LOGOFIOM 180X120

In allegato la nota dell'Inca nazionale in merito alle novità inerenti il rischio da movimentazione manuale di carichi, presenti nelle linee di indirizzo del Coordinamento interregionale e presenti nel Piano Nazionale della Prevenzione. Tali linee servono a dare “sostanza” e applicazione al titolo VI e all'allegato XXXIII del Dlgs 81/08 per la validazione e gestione del rischio connesso alla Movimentazione Manuale di Carichi.

Il documento intende fornire alle aziende, agli RLS, ai servizi di prevenzione delle Asl gli elementi utili per una lettura critica dei DVR, spostando l'attenzione dal peso complessivo dell'oggetto da movimentare anche ad altri elementi che possono determinare il rischio, quali: la postura assunta durante lo spostamento, il peso, le dimensioni dell'oggetto, la distanza da percorrere, le caratteristiche di genere e di altezza e peso dell'operatore che movimenta.

L'insieme di questi elementi, che devono essere valutati determinano la possibilità o meno del conclamarsi di microlesioni e lesioni sulle strutture del rachide lombare.

Le attività lavorative maggiormente interessate nel settore metalmeccanico sono quelle relative al carico e scarico delle merci, al carico e scarico delle macchine industriali, ai lavori di magazzinaggio per le quali è indispensabile fare la valutazione dei rischi secondo queste linee guida.

La nota dell'Inca non è di facilissima lettura ma sicuramente è utile per progettare percorsi formativi su questo rischio, con appositi corsi per la conoscenza del metodo valutativo NIOSH.

Il Coordinamento Interregionale sta predisponendo anche delle linee guida relativo al sovraccarico biomeccanico degli arti superiori che necessita la conoscenza di OCRA.

Per queste ragioni, sollecitiamo le strutture regionali e territoriali a farci conoscere l'intenzione di predisporre corsi appositi tendo conto che siamo in presenza di un numero esteso di RLS che necessitano di una formativa aggiuntiva a quella obbligatoria.