A+ R A-
26 Settembre 2017
Federazione Impiegati Operai Metallurgici

Ibm. Raggiunto accordo che scongiura i licenziamenti, ora la parola ai lavoratori

logo-fiom-115-300

Nella serata di ieri, nella sede di Assolombarda a Milano, è stata raggiunta con Ibm un'ipotesi di accordo che evita i licenziamenti unilaterali, a fronte della procedura avviata dall'azienda per 290 lavoratori.

L'ipotesi, condivisa da tutte le organizzazioni sindacali, prevede l'uscita dei soli lavoratori che, volontariamente, decideranno di andare in mobilità a fronte di un incentivo economico. I lavoratori dichiarati in esubero che decideranno di rimanere in azienda verranno ricollocati, anche attraverso corsi di riqualificazione professionale. L'azienda, inoltre, si è impegnata a fornire alle organizzazioni sindacali, in un incontro da tenersi nelle prossime settimane, un quadro dell'andamento dell’attività dell’impresa, delle scelte e delle previsioni dell’attività produttiva e delle implicazioni che gli investimenti dovrebbero avere sull’occupazione.

Nei prossimi giorni i lavoratori si esprimeranno sull'ipotesi di accordo in un referendum vincolante.

Per Roberta Turi, segretaria nazionale della Fiom-Cgil, “grazie alle iniziative di lotta unitarie, culminate nella manifestazione del 17 maggio davanti al Parlamento, siamo riusciti a fare un accordo positivo che impedisce i licenziamenti unilaterali”.

“Questo però – aggiunge – non ci farà abbassare la guardia. In Ibm è in atto un cambiamento profondo, che sta focalizzando il gruppo sul business del 'cognitive computing'. Una trasformazione che auspichiamo porti a un impatto positivo sull'occupazione, bloccando il processo di riduzione del perimetro delle attività svolte in Italia.”

“Ibm – conclude Turi – collabora in maniera stretta con il Governo italiano per realizzare nell'area Expo di Milano un hub internazionale per promuovere la conoscenza nel campo della genomica, dei big data, dell’invecchiamento della popolazione e dell’alimentazione. Per quanto ci riguarda, riteniamo che il finanziamento pubblico di progetti di questo tipo debba essere vincolato alla stabilità occupazionale e alla gestione condivisa con le organizzazioni sindacali di eventuali riorganizzazioni. A tal fine la Fiom continuerà ad incalzare le istituzioni.”

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 20 maggio 2016

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (16_05_19_IBM verbale di accordo.pdf)Verbale di Accordo2710 kB20-05-2016
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
8
9
10
11
13
Data : Mercoledì 13 Settembre 2017
16
17
18
19
23
24
27
Data : Mercoledì 27 Settembre 2017
29
30