A+ R A-
18 Agosto 2017
Federazione Impiegati Operai Metallurgici

Con i prigionieri palestinesi in sciopero della fame per la Dignità e la Libertà. Mercoledi 19 aprile 2017 ore 17 - Largo Argentina – Roma

17 04 19 PALESTINA

Sono più di 1.500 i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane e nei centri di detenzione, con alla testa Marwan Barghouthi e leader di vari gruppi politici che hanno iniziato lo sciopero della fame il giorno 17 aprile nella Giornata Internazionale dei prigionieri palestinesi . 

 Rivendicano dignità e diritti, negati e vilipesi da Israele che viola impunemente il diritto internazionale. Le loro richieste oltre ad essere  riconosciute  dalla Convenzione di Ginevra,  sono umane: poter studiare, poter ricevere visite e telefonate delle famiglie, essere curati e non abbandonati alle malattie. non passare anni e anni in prigione senza alcun processo, insieme a molte altre.

I prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane sono oggi  più di  6500 di cui 57 donne e 300 minori. Questi i dati ufficiali della Commissione per gli affari dei Prigionieri, Club dei Prigionieri palestinesi e l'  Ufficio Centrale di Statistica. Dal settembre  del 2000, ci sono stati circa 100.000 arresti effettuati dalle autorità israeliane, tra cui 15.000 bambini , più di  15.000 donne , 70 membri del Parlamento  ed ex ministri. Inoltre, le autorità israeliane hanno emesso circa 27.000 ordini di detenzione amministrativa. Dal 1967 anno dell'occupazione militare della Cisgiordania e Gaza più di 800.000 sono stati i palestinesi incarcerati e tutti, compresi i minori e le donne,  hanno subito e continuano a subire torture e abusi, come documentato da diversi rapporti delle Nazioni Unite, da BetSelem, organizzazione israeliana per la difesa dei diritti umani e tante altre organizzazioni.

Dal carcere e nella giornata del 15 aprile, anniversario del suo sequestro nel 2002 ,Marwan Barghouthi ha lanciato un appello rivolto anche all'autorità Palestinese,  ai partiti politici ed ai movimenti locali e internazionali di mobilitarsi per sostenere i prigionieri nella loro giusta battaglia per la dignità e la libertà.

                      

NOI NON LI LASCIAMO SOLI!

"LA NOSTRA LIBERTA' NON SARA' COMPLETA SE ANCHE IL POPOLO PALESTINESE NON SARA' LIBERO"

Nelson Mandela

 

AssoPacePalestina -Amici dei prigionieri palestinesi - Comunità Palestinese di Roma e del Lazio - Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese -  Con la Palestina nel cuore -  Cultura è libertà - Donne in Nero Roma - Rete Romana di solidarietà con la Palestina -  Soccorso Sociale Palestinese

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (Marwan barghouthi sul New York Times.pdf)Barghouthi dalla prigione di Hadarim. NY Times 16 aprile 2017105 kB18-04-2017