A+ R A-
21 Novembre 2018
FacebookTwitter

Com.Tel. Report del coordinamento sindacale nazionale


Martedì 23 ottobre, presso la sede aziendale a Milano, si è svolta la programmata riunione del CSN COM.TEL in cui si sono affrontate le tematiche di seguito riassunte.

SITUAZIONE GENERALE
COM.TEL ha dichiarato un “outlook” positivo in vista della chiusura d’anno ed in prospettiva sul 2019, con un lieve aumento degli indici non solo di produttività (generato anche dall’aumento dei volumi), ma anche di redditività.
In particolare per quanto concerne il segmento “enterprise” sono stati effettuati acquisti tecnologici, mentre per le “reti” si è provveduto ad adeguare la struttura organizzativa ai volumi in portafoglio e a quelli in divenire (Wind tra gli altri).
Di fatto, la ristrutturazione delle “reti” può ritenersi conclusa, mentre al contempo sono state effettuate alcune assunzioni mirate a coprire alcuni ruoli tecnici divenuti vacanti (nord-est).
Sostanzialmente, per il 2019, l’azienda prevede un ulteriore trend positivo per quel che riguarda “enterprise” ed un sostanziale pareggio gestionale per quel che riguarda le “reti”.

OCCUPAZIONE E RIPOSI ANNUI

Al 30 settembre COM.TEL occupa 195 addetti, così distribuiti:
83 nel Nord Ovest (Milano, Cinisello Balsamo e Torino)
39 nel Nord Est (Ferrara e Padova)
37 al Centro (Roma)
36 al Sud (Napoli e Palermo).
L’azienda sta rispettando nei fatti l’affidamento più volte dichiarato in coordinamento, ovvero la non trattenuta dei riposi annui non maturati e comunque goduti dai dipendenti che a diverso titolo hanno lasciato l’azienda.
Ad ogni modo, il CSN ha dichiarato l’intenzione di procedere all’interruzione della trattenuta giornaliera di riduzione di orario giornaliero (15 minuti di ROL/giorno), prevista dall’attuale contratto integrativo scaduto il 31 dicembre 2017.
COM.TEL, nel recepire la richiesta sindacale, ha invitato il CSN a formulare tale richiesta in un’ottica complessiva di confronto, in modo da valutare complessivamente l’impatto economico delle richieste sindacali.

RINNOVO CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA

Confortato dai seppur tiepidi segnali di ripresa, il CSN ha dichiarato l’intenzione di predisporre una bozza per il rinnovo del contratto integrativo di gruppo, che sarà illustrata ed arricchita nelle assemblee che si svolgeranno nei singoli cantieri/siti nel mese di settembre e successivamente spedita all’azienda per l’avvio della discussione.

RINNOVO RSU/RLS

Si rende necessario un rinnovo delle RSU in scadenza, nonché l’elezione nei siti ove la rappresentanza risulta vacante, anche al fine di colmare l’attuale deficit sui RLS (attualmente uno solo su 3 eleggibili).
In particolare, la non elezione dei RLS vacanti, potrebbe generare problematiche nell’acquisizione di talune commesse, le cui gare prevedono espressamente la presenza di un RLS geograficamente limitrofo.
Pertanto, il CSN si adopererà nei confronti delle strutture territoriali e dei compagni di lavoro per giungere quanto prima ad un pieno ripristino della rappresentanza sindacale e della sicurezza dei lavoratori.
La ripresa del confronto con l’azienda è prevista per martedì 18 dicembre, presso la sede aziendale, in modo da consentire a COM.TEL una visione pressocché definitiva dell’andamento 2018.


COORDINAMENTO SINDACALE COM.TEL
FIOM CGIL NAZIONALE

Allegato: prospetto geografico riposi annui in negativo


Ore in negativo

Lavoratori Nord Ovest

Lavoratori Nord Est

Lavoratori Centro

Lavoratori

Sud

Da 40 a 80

18

1

5

5

Da 81 a 120

1

2

0

1

Da 121 a 160

0

0

1

0

Oltre 160

3

1

0

2

Roma, 30 ottobre 2018

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
10
11
12
17
18
23
24
25

CHIUDI [X]

APRI [»]