A+ R A-
22 Agosto 2018
FacebookTwitter

Com.Tel. Non ci si può rassegnare

 

 

 

In data 05 giugno 2018, si è svolto l’incontro con la Direzione Aziendale della COMTEL SPA, alla presenza della Fiom Nazionale, della Fiom di Milano e della RSU Aziendale, di tutti i cantieri.

 

In occasione di tale incontro la direzione aziendale, ha ribadito, per l’ennesima volta, la condizione di difficoltà, presente in azienda, con particolare riferimento alla Commessa ZTE, definita disastrosa dal punto di vista del ritorno economico, ed ha confermato le difficoltà, già annunciate in precedenza, con riferimento alla commessa Telecom, sia per quanto riguarda il volume delle attività, sia per quanto concerne la politica degli sconti, giudicata non sostenibile dalla COM.TEL SPA.

 

Tenuto conto del quadro di difficoltà, considerando l’esiguità del lavoro, a disposizione, la stessa Direzione Aziendale ha evidenziato l’impossibilità di far lavorare una trentina di persone, sparse nei cantieri, ubicati nelle varie zone d’Italia.

 

La Delegazione Sindacale, ha incalzato la Direzione COM.TEL in tema di organizzazione dell’impresa, impegno più efficace finalizzato all’acquisizione di nuove commesse, internalizzazione di attività cedute in Sub – Appalto, formazione e mobilità, del personale, su tutto il territorio nazionale, dichiarando la propria INDISPONIBILITA’ a condividere la logica, irrimediabile, degli esuberi strutturali.

 

Secondo la Fiom, non ci si può rassegnare alla logica del declino inevitabile!

 

Tutta la Delegazione Trattante, tenuto conto del vuoto lavoro e dell’assenza di Ferie e di PAR, considerando la scarsa disponibilità di strumenti di ammortizzazione sociale, evidenziata l’impossibilità di creare meccanismi di accompagnamento alla pensione, con l’intento di scongiurare il licenziamento delle persone, considerate in esubero, ha deciso di sottoscrivere un accordo di Cassa Integrazione Ordinaria, per ulteriori 13 settimane, secondo le modalità previste dall’accordo allegato.

 

Per quanto riguarda l’utilizzo della Cassa Integrazione Ordinaria, la Delegazione della Fiom ha sottolineato l’esigenza di rispettare, in modo rigoroso, quanto previsto dalla normativa in materia di rotazione, onde evitare le discriminazioni e la marginalizzazione di figure professionali fungibili ed interscambiabili. I Delegati della Fiom, hanno fatto esempi concreti di persone che potrebbero essere impiegate, nelle attività attualmente in corso di svolgimento, ma che stanno in CIGO a zero ore.

 

Per tutte queste ragioni, ritenendo importante monitorare l’andamento delle commesse e l’applicazione della CIGO, si è deciso di riconvocare il Coordinamento Nazionale COM.TEL SPA, alla presenza della Direzione Aziendale per la giornata del 19 luglio 2018.

 

Nel frattempo, la Direzione Aziendale si è impegnata a comunicare, preventivamente, alla RSU, le modalità di rotazione ed i nominativi delle persone collocate in Cassa Integrazione.

 

Le strutture territoriali, di concerto con la RSU, si sono impegnate ad effettuare le assemblee informative per spiegare la condizione di complessità della vertenza, che può incontrare ulteriori momenti di difficoltà.

 

Fiom Nazionale

 

Roma, 8 giugno 2018

 

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (Com.Tel - Comunicato sindacale Fiom 8 giugno 2018.pdf)Com.Tel. Non ci si può rassegnare194 kB08-06-2018

CHIUDI [X]

APRI [»]