A+ R A-
25 Giugno 2017
Federazione Impiegati Operai Metallurgici

Almaviva: incontro con l’azienda del 14 giugno 2017

logo ffu ok

Mercoledì 14 giugno si è tenuto il previsto incontro tra la Direzione di Almaviva SpA e Fim, Fiom, Uilm Nazionali insieme al Coordinamento Nazionale delle Rsu Almaviva. Per l’azienda erano presenti Antonio Amati (Divisione IT), Smeraldo Fiorentini (Divisione Transportation) e Marina Irace, Andrea Lucente e Andrea Zennaro per la Direzione Risorse Umane e Relazioni Industriali.

Quest’incontro, prosecuzione di quello del 24 maggio scorso, ha permesso di approfondire la discussione sugli accordi in scadenza (Contratti di Solidarietà e accordo di riduzione/sospensione di alcuni istituti contrattuali aziendali).

Va sottolineato che, prima di questo appuntamento, si erano svolti altri incontri in sede aziendale che hanno permesso di ottenere un primo importante risultato con la definizione di un piano formativo specificatamente dedicato alle persone delle aree di Reskilling, BPO e/o comunque insature per favorirne l’allocazione, anche con l’obiettivo di ridurre l’entità delle assunzioni previste e delle esternalizzazioni in essere o previste.

L’incontro di ieri si è aperto con una importante dichiarazione dell’azienda che si è resa disponibile a individuare una soluzione sui recenti trasferimenti, programmando il rientro dei colleghi coinvolti entro il prossimo mese di ottobre. Abbiamo valutato positivamente questa decisione e, nei prossimi giorni, si svolgerà un incontro in sede aziendale per precisare operatività e tempi della soluzione.

Al contrario, per quanto riguarda gli accordi in scadenza, l’azienda ha sostanzialmente confermato la propria impostazione:

  • sui Contratti di Solidarietà ha riproposto il modello attuale, con una percentuale generalizzata pari al 10%, lo stesso sistema di riduzioni al 5% per massimo 600 persone a bimestre e una gestione diversificata (con percentuale più alta) per una platea circoscritta di persone durante i periodi formativi, con modalità non sufficientemente precisate; l’azienda intenderebbe inoltre utilizzare i 19 mesi di CdS ancora a disposizione in sostanziale continuità nel 2017 e nel 2018, mettendo comunque in conto una pausa di almeno un mese prima della ripresa dei Contratti di Solidarietà per rispettare l’obbligo di legge per cui devono trascorrere almeno 30 giorni tra la firma dell’accordo e l’avvio della Solidarietà;

  • sugli istituti contrattuali ridotti/sospesi vorrebbe prolungare gli effetti della sospensiva fino al 31 dicembre 2018, con la disponibilità a prorogare di conseguenza anche la durata del Contratto Integrativo Aziendale (Armonizzazione 2013); l’azienda sarebbe infine disponibile a “ragionare in termini progressivi” sul trattamento pasti (mensa e Ticket Restaurant), accogliendo solo parzialmente la richiesta del Coordinamento.

A questa impostazione abbiamo risposto ribadendo i principi generali della nostra richiesta e precisandone meglio l’articolazione:

  • per quanto riguarda i Contratti di Solidarietà bisogna verificare tutte le opportunità, anche tecniche, di diluirne al massimo la distribuzione, per evitare un consumo troppo rapido dei mesi rimasti a disposizione e arrivare al 2019 con ancora una sufficiente disponibilità dell’ammortizzatore sociale; in questo senso riteniamo preferibile la strada di un primo accordo di breve durata (con percentuale unica, inferiore alla media attuale) a cui far seguire un secondo periodo da modulare in base all’evoluzione della situazione;

  • sugli istituti contrattuali sospesi riteniamo che sia necessario, da subito, un chiaro segnale di recupero, dando priorità all’aumento del Ticket Restaurant e alla riduzione del costo della mensa, ma prevedendo tempi di ripristino certi anche per gli altri istituti;

  • infine, per dare piena applicazione all’accordo aziendale (armonizzazione 2013) e in coerenza con quanto previsto dal CCNL, non è più rimandabile la definizione di uno specifico accordo sulla parte variabile del Premio di Risultato e su questo ci siamo impegnati a presentare una nostra ipotesi entro la prossima settimana.

L’incontro in plenaria è stato aggiornato al 23 giugno e sarà preceduto da altri incontri in sede aziendale.

 

Fim, Fiom, Uilm Nazionali

Coordinamento Rsu Almaviva Spa

 

Roma, 15 giugno 2017

Allegati:
FileDimensioneData
Scarica questo file (1425 - ALMAVIVA comunit 15.6.2017.pdf)Almaviva: incontro con l’azienda del 14 giugno 201778 kB15-06-2017