Lunedì, 17 Giugno 2019

Engie. Siglata ipotesi di accordo integrativo

Il 19 gennaio, dopo una lunga e in alcuni momenti complicata trattativa è stata siglata dal Coordinamento Nazionale e dalle segreterie nazionali e territoriali l’Ipotesi di Contratto Integrativo Aziendale per i lavoratori metalmeccanici del gruppo Engie.

Nei prossimi giorni saranno organizzate in tutti i luoghi di lavoro le assemblee dove l’ipotesi di accordo sarà illustrato ai lavoratori che poi saranno chiamati al voto in modo di sancirne la validità.

L’intesa si caratterizza per l’incremento di alcuni trattamenti:

  • Valore del ticket restaurant a € 7,00 da aprile (da gennaio 2022 € 7,50) con il passaggio da cartaceo ad elettronico che per i lavoratori significa liberare quote nette di potere d’acquisto;

  • consolidamento di quota del vecchio Premio di risultato con il riconoscimento di € 150,00 annue di superminimo non assorbibile per i metalmeccanici del Gruppo Engie in forza al 31 dicembre 2018;

  • € 350,00 di welfare aggiuntivo per tutti i lavoratori del Gruppo Engie erogato ogni anno da aprile 2020 ad aprile 2023;

  • premio di risultato da € 400 a € 960 nel 2020, da € 450 a € 1.030 nel 2021 e da € 500 a € 1.100 nel 2022 e 2023 in base ai risultati aziendali raggiunti;

  • 8 ore aggiuntive di visita medica (28 ore totali) utilizzabili anche per accompagnare figli minori e familiari non autosufficienti;

  • 60 km/11 ore il nuovo requisito per indennità di trasferta.

Si è stabilito che le chiusure collettive saranno effettuate per tutta la durata dell’accordo solo la settimana di Ferragosto e quella di Natale.

Il venerdì uscita anticipata di 1h20’ mediante utilizzo nell’anno di 64 ore di PAR (norma sperimentale con verifica semestrale o su richiesta delle parti).

Un aumento della flessibilità oraria in entrata/uscita

Istituzione entro ottobre 2019 dell’istituto contrattuale Banca Ore.

Conferma ed ampliamento del Sistema delle Relazioni Sindacali con il riconoscimento per i lavoratori di Engie Italia di un Coordinamento Nazionale delle Rsu che insieme a quello di Engie Servizi saranno gli interlocutori del Gruppo Engie.

 

Le segreterie nazionali di Fim Fiom e Uilm ed il Coordinamento Nazionale delle RSU valutano positivamente il risultato raggiunto anche in considerazione del contesto finanziario aziendale ed un contesto di mercato sempre più aggressivo, giudicano l’ipotesi di accordo equilibrata ed hanno quindi deciso di siglare e sostenere l’ipotesi di accordo ENGIE nelle assemblee che verranno a breve giro organizzate per trasferire ai lavoratori i risultati ottenutie procedere con il Referendum aziendale che si dovrà tenere entro il 20 Marzo 2019.

 

Fim-Fiom-Uilm Nazionali

Coordinamento Nazionale ENGIE


Roma, 21 febbraio 2019

Attachments:
FileFile size
Download this file (19_02_21-Engie_integrativo.pdf)Engie. Siglata ipotesi di accordo integrativo199 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search