Sabato, 19 Ottobre 2019

Fata Logistic-Lgs. Report dell'incontro con l'azienda

LOGOFIOM 180X120

 

Nella giornata del 22 settembre 2017 si è svolto l'incontro fra la Direzione aziendale di Fata Logistic-Lgs e le Segreterie nazionali e territoriali Fim, Fiom, Uilm sui seguenti temi: piano industriale Fata Logistic, relazioni sindacali e rappresentanza, armonizzazione dei trattamenti attualmente presenti in Leonardo One Company.

L'azienda su sollecitazione da parte sindacale sulla presentazione di un piano industriale per Fata Logistic, ha manifestato l'impossibilità di fornire dettagli sullo stesso in conseguenza dell'attuale cambio ai vertici aziendali della Corporate, subordinando la sua approvazione da parte della stessa e comunque non prima presumibilmente della fine del mese di ottobre.

Come Fiom-Cgil pur comprendendo la fase riorganizzativa in atto, è stata ribadita l'importanza del piano industriale al fine di aprire un confronto di merito sui temi che fin dai primi incontri abbiamo posto al tavolo: risposte adeguate sul mantenimento dell'attuale perimetro industriale e occupazionale con un percorso condiviso di stabilizzazioni che dia risposte al consistente numero di lavoratrici e lavoratori non alle dirette dipendenze di Fata Logistic.

Nel contempo abbiamo anche evidenziato il nostro stupore e incomprensione delle scelte operate da Leonardo, la quale ha deciso di mettere a gara l'appalto del Customer Support and Service divisione Velivoli, con conseguente perdita della commessa da parte di Fata Logistic a favore di Kuehne+Nagel, stessa Azienda che aveva partecipato alle offerte di acquisto di Fata prima del ritiro dal mercato da parte di Leonardo.

Mettere in competizione Aziende di logistica su commesse Leonardo, avendo quest'ultima la proprietà di Fata Logistic, è una scelta che non può che comportare un ridimensionamento del perimetro industriale della stessa, con forti preoccupazioni in attesa della presentazione del piano industriale.

Nel contempo è stato approfondito il confronto sul tema del Pdr 2017 di Fata Logistic e LGS.

Le Parti hanno convenuto la necessità di definire al più presto un accordo per entrambe le realtà, dandosi reciproco affidamento, prendendo come riferimento gli accordi di Gruppo, di porre in essere quelle iniziative volte a garantire la proporzionalità del raggiungimento degli obbiettivi del PDR e contemporaneamente una omogeneità dello stesso, evitando eccessive disparità tra lavoratori.

A questo proposito si è fissato un ulteriore incontro il 6 ottobre 2017 per definire una ipotesi di accordo tra le Aziende e le segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm ratificato successivamente a livello di sito dalle strutture territoriali e dalle Rsu interessate.

Nello stesso incontro ci si è dato atto reciprocamente della necessità di condividere formalmente l'applicazione degli attuali trattamenti in Leonardo in riferimento a orari a compensazione, permessi retribuiti e trattamenti di trasferta per tutte le Lavoratrici e i lavoratori di Fata Logistic.

Pur registrando la disponibilità delle Aziende su questi ultimi temi nel trovare una soluzione il 6 ottobre, come Fiom-Cgil riteniamo ormai improrogabile, dopo un lungo periodo di confronto, che si applichino gli stessi trattamenti presenti in Leonardo a tutti i lavoratori di Fata Logistic. Se ciò non dovesse avvenire il 6 di ottobre, la Fiom-Cgil unitamente al Coordinamento delle Rsu di Fata Logistic, dichiarerà iniziative sindacali in tutti i siti produttivi.

Su questi temi la Fiom nazionale insieme alle strutture territoriali Fiom sono impegnate a svolgere assemblee informative in tutti i luoghi di lavoro prima dell'incontro nazionale del 6 ottobre 2017.

 

Fiom nazionale

 

Roma, 25 settembre 2017

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa Privacy e Termini di Utilizzo e di prestare il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità indicate nella Privacy policy

Search