Giovedì, 24 Ottobre 2019

Integrativo Leonardo. La trattativa parte dal Pdr 2019, ma le risposte e i risultati dovranno esserci su tutti punti della piattaforma unitaria

Nella giornata di martedì 18 giugno è partita la trattativa sulla piattaforma Leonardo tra l'Azienda, le Segreterie nazionali FIM-FIOM-UILM e il Coordinamento nazionale Leonardo.

L'azienda ribadendo la propria disponibilità ad affrontare tutti i temi della piattaforma, senza porre pregiudiziali su nessun punto della stessa, ha proposto di iniziare la discussione sul rinnovo dell'accordo del PDR 2019, al fine di giungere ad un'intesa che consenta di beneficiare della normativa sulla defiscalizzazione delle somme erogate a luglio 2020.

Come Fiom abbiamo ribadito che la piattaforma votata dalle lavoratrici e dai lavoratori è ampia, articolata, rivendicativa e acquisitiva, e che le risposte e i risultati dovranno esserci collettivamente sia sulla parte normativa sia su quella economica. Inoltre abbiamo evidenziato, come peraltro già fatto durante la presentazione della piattaforma, come la sottoscrizione dell'accordo finale sia subordinato al raggiungimento di una intesa complessiva su tutti i temi posti.

Rispetto alla proposta di affrontare prioritariamente la definizione del PDR 2019, essendo note a tutte le Parti al tavolo le urgenze su questo punto, come Fiom non abbiamo posto contrarietà, ribadendo tuttavia che le richieste economiche sul PDR fatte nella piattaforma riguardano il triennio 2019-2021 e che nell'accordo dell'integrativo dovranno esserci riconoscimenti economici per tutti gli anni di vigenza dell'integrativo. Abbiamo inoltre ribadito come le richieste sulle parti economiche non si limitino esclusivamente al PDR (indennità turno, maggiorazioni degli straordinari, superminimo collettivo, target bonus, incremento quota Cometa, valorizzazione dell'inquadramento professionale, trasferte Italia/Estero, reperibilità e welfare sociale) e che è nostra intenzione affrontare questi temi economici dentro una discussione complessiva sulla piattaforma liberi da vincoli predefiniti.

L'azienda a fronte della discussione ha chiesto di avere il tempo di costruire una proposta scritta sul tema del PDR 2019 per il prossimo incontro del 2 Luglio da consegnare alle segreterie nazionali FIM-FIOM-UILM. Sulla base dei testi, che abbiamo chiesto di avere prima dell'incontro del 2 Luglio, valuteremo se saranno presenti le condizioni per giungere ad un accordo unitario condiviso, sapendo che lo stesso sarà subordinato al fatto che l'Azienda in maniera chiara ed esplicita si impegni a riconoscere un aumento retributivo anche per il PDR 2019.

Come Fiom abbiamo chiesto che prima dell'avvio della trattativa dei restanti temi della piattaforma, venga definito in maniera chiara il perimetro di applicazione dell'integrativo Leonardo per le Aziende controllate.

Durante l'incontro l'Azienda ha comunicato lo spostamento dell'incontro per Vitrociset al mese di luglio, impegnandosi a comunicarci la data entro questa settimana, e ha fissato l'incontro nazionale per Fata Logistic Systems al prossimo 4 luglio.

E' stato anche comunicato l'avvio di un progetto pilota sulla formazione (Leonardo Academy), tema che andrà approfondito a partire dal prossimo incontro della Commissione nazionale per la Formazione previsto il 24 giugno prossimo.

 

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 19 giugno 2019

 

Tags: ,

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa Privacy e Termini di Utilizzo e di prestare il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità indicate nella Privacy policy

Search