Giovedì, 18 Luglio 2019

Leonardo. Report degli incontri del 7 e 8 marzo

Leonardo

Il 7 e 8 marzo scorso si sono tenuti gli incontri tra la Direzione aziendale Leonardo e la Delegazione trattante Fim, Fiom e Uilm, insieme alle rispettive segreterie nazionali, preceduti, la mattina del 7, dalla riunione del Coordinamento nazionale Fiom sui temi all'ordine del giorno delle successive discussioni con l'azienda.

Art. 4

L'azienda ha deciso di utilizzare lo strumento dell'art.4 della Legge Fornero, appostando in bilancio le relative risorse, per realizzare nei prossimi anni il cambio mix professionale/generazionale all'interno del Gruppo.
Nell'incontro dell'8 marzo è stata proposto il testo di un Protocollo d'intenti tra le parti, propedeutico alla sottoscrizione di accordi sindacali in sede di incontri divisionali, che dettaglia i termini del piano di fuoriuscite anticipate e volontarie: 1100 lavoratori totali (su quelli potenzialmente in possesso dei requisiti per il raggiungimento della pensione anticipata o di vecchiaia) attraverso la fruizione dell'isopensione per un periodo massimo di 48 mesi dalla data della risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. La disponibilità all'uscita va data nel biennio 2018-2019 e sono state individuate tre finestre : novembre 2018, luglio 2019, novembre 2019. Le uscite verranno incentivate con un importo che integrerà l'isopensione fino all'80% dell'ultima retribuzione lorda, comprensivo di un minimo di due mensilità in caso di fruizione di periodi brevi di isopensione.
Al piano di uscite corrisponderà un piano di assunzioni finalizzato a reintegrare il patrimonio di competenze professionali che verranno meno.
Come Fiom-Cgil, nel voler garantire ai lavoratori Leonardo la possibilità dell'accesso anticipato alla pensione attraverso questa iniziativa intrapresa dalla Direzione aziendale, abbiamo comunque posto il tema della salvaguardia dei livelli occupazionali e della capacità industriale dei singoli siti, attraverso la stabilizzazione dei lavoratori somministrati presenti strutturalmente in alcune Divisioni, in aggiunta alle nuove assunzioni.
Per quanto ci riguarda negli incontri a livello di divisione, attuativi del Protocollo d'intenti che verrà siglato dalle parti il prossimo 13 marzo, Leonardo dovrà esplicitare prioritariamente i carichi di lavoro previsti nel breve-medio periodo per ciascuno dei siti di ogni divisione, professionalità e numeri eventualmente interessati dalle uscite e contestualmente professionalità e numeri da reintegrare attraverso stabilizzazioni/nuove assunzioni.
Subordineremo la sottoscrizione degli accordi all'esito di questi confronti che si terranno nel mese di aprile.
 

Assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti ex Galileo

A seguito della richiesta della Fiom di aggiornare l'incontro precedente, alla luce della non condivisione da parte dei lavoratori interessati della prima proposta aziendale, il pomeriggio del 7 Leonardo ha avanzato alla delegazione una seconda proposta, illustrata da un rappresentante della Compagnia Rbm, che integra il Piano A Metasalute cui sono già iscritti dal 1 gennaio 2018 tutti i lavoratori Leonardo, con un'offerta aggiuntiva, del valore di 300 Euro, in termini di prestazioni sulla Specialistica fuori rete e sulle lenti, in analogia con la precedente copertura offerta dalle Assicurazioni Generali per questa platea di lavoratori. Il Piano avrebbe decorrenza dal 1 aprile 2018 e prevede procedure ad hoc per i meccanismi rimborsuali di cui alle prestazioni aggiuntive rispetto al Piano A Metasalute.
Nei prossimi giorni, in coerenza con la nostra pratica, questa proposta verrà illustrata nelle assemblee ai lavoratori interessati nei siti in cui operano. Come Fiom-Cgil subordineremo all'esito delle assemblee la sottoscrizione dell'accordo.

 

Sperimentazione pilota dello Smart Working

È stata consegnata alle Segreterie nazionali la bozza di un testo che prevede l'avvio di una prima sperimentazione dello Smart Working in Lombardia, Campania e nell'area metropolitana di Roma.
Sarebbero interessati sul principio 100 lavoratori per 4 giornate al mese: la sperimentazione prevede comunque la sottoscrizione di accordi individuali sulla base di disponibilità fornite volontariamente all'azienda. Il confronto sulle modalità specifiche con le quali remotizzare le attività svolte dai lavoratori è stato rinviato alla prossima riunione della Delegazione trattante.
Come Fiom-Cgil abbiamo comunque chiesto l'inserimento della Liguria (ed eventualmente di altri territori in cui già sussistono aree di attività remotizzabili) sin dall'avvio della sperimentazione, riservandoci di fornire successivamente le osservazioni di merito sul progetto.

 

Completamento dell'accordo One Company entro giugno

In sede di Coordinamento Fiom, nella giornata del 7 marzo abbiamo condiviso la necessità di chiudere entro giugno le partite negoziali del contratto One Company non ancora definite.
L'azienda si è impegnata a fornirci un testo sulle trasferte estere e a convocare in aprile le Commissioni Welfare e Alte Professionalità previste dall'integrativo.
Rispetto al sistema Hrevolution la Dott.ssa Iarlori ha assunto con la Delegazione trattante l'impegno al confronto sulle modifiche da apportare a partire dal prossimo anno, non appena si concluderà il processo di valutazione in corso.

 

In aprile si svolgeranno a livello di Divisione gli incontri tra azienda, strutture territoriali e Rsu per definire, in linea con quanto annunciato nella plenaria dello scorso 11 dicembre, modalità applicative delle flessibilità orarie in analogia con le prassi previgenti, fermo restando l'impianto definito dall'accordo One Company.

 

Sono stati infine calendarizzati i seguenti incontri:

  • 23 marzo: Sema, alle ore 10.00 in Piazza Monte Grappa;

  • tra il 23 e il 30 marzo: Fata.

  • In aprile (la data verrà a breve individuata sulla base delle disponibilità dei vertici Sukoi): Superjet.

 

Fiom Nazionale
Esecutivo nazionale Fiom Leonardo

 

Roma, 9 marzo 2018

Attachments:
FileFile size
Download this file (18_03_09-Leonardo.pdf)Leonardo. Report degli incontri del 7 e 8 marzo207 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa Privacy e Termini di Utilizzo e di prestare il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità indicate nella Privacy policy

Search