Martedì, 12 Novembre 2019

Fiom Padova: assemblee unitarie nelle aziende metalmeccaniche della provincia di Padova in vista del voto per la piattaforma del nuovo Ccnl

In queste settimane si stanno tenendo in tutte le aziende metalmeccaniche in Italia e quindi anche nella nostra provincia le Assemblee unitarie per la discussione della Piattaforma del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro dei metalmeccanici. Entro la prossima settimana si concluderanno anche le successive operazioni di voto che chiameranno 1 milione e 300 mila lavoratori e lavoratrici del settore metalmeccanico ad esprimere la loro adesione o meno alle proposte della Piattaforma unitaria sottoscritta da Fim, Fiom, Uilm.

Rilancio industriale e occupazionale, incremento dei salari, riduzione delle tasse ai lavoratori, interventi sugli ammortizzatori sociali e azzeramento degli infortuni sono fra gli obiettivi prefissati nella Piattaforma e sono stati tra gli argomenti principali delle mobilitazioni sindacali, a partire dalla grande manifestazione di Cgil, Cisl e Uil del 9 febbraio e del 22 giugno scorsi, supportate dalle iniziative delle categorie, e dallo sciopero, con tre manifestazioni unitarie dei metalmeccanici e delle metalmeccaniche, del 14 giugno che ha visto un’ampia partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici.

La piattaforma punta ad un aumento del salario dell’8% sui minimi contrattuali, relativo al periodo 2020-2022, al miglioramento delle Relazioni industriali, dei diritti di partecipazione e delle politiche attive; alla valorizzazione della formazione per diventare il Contratto delle competenze, e alla svolta sull’inquadramento; vuole rafforzare il Welfare Integrativo e i temi dell’Ambiente, con attenzione particolare al valore fondamentale della Salute e sicurezza sul lavoro; attenzione anche al Mercato del lavoro e appalti, Orario di lavoro, Diritti e Tutele, Salario e Percorso democratico.

Durante le Assemblee nel territorio, alle quali hanno preso parte anche il Segretario generale regionale della Fiom Antonio Silvestri, il segretario nazionale della Fiom Michele De Palma, il segretario generale della Fim Veneto Massimiliano Nobis e Michele Zanocco segretario nazionale Fim, i lavoratori e le lavoratrici hanno potuto esporre tutti i loro dubbi e le domande inerenti la nuova Piattaforma per potersi chiarire le idee in vista del voto.

Il lavoro dei sindacati, dei delegati e delle delegate in questo periodo è importantissimo per poter portare alla conoscenza dei 40.000 lavoratori e lavoratrici del settore metalmeccanico della provincia di Padova la Piattaforma e permettere loro di raggiungere così una coscienza e una conoscenza reale sul futuro del lavoro nel comparto.

Loris Scarpa segretario generale della Fiom di Padova: “Il contratto nazionale esiste e esisterà perché è una conquista dei lavoratori. Il CCNL è lo strumento necessario per lavorare con dignità e con diritti. Per cui riuscire ad ottenere un CCNL che abbia al suo interno l’aumento del salario e che riduca la possibilità per le aziende di rendere precari i lavoratori è l’obbiettivo centrale che terrà assieme tutti i metalmeccanici per far progredire questo Paese.”

"Rinnovare il contratto nazionale è una priorità per le organizzazioni sindacali. La sfida che ci poniamo è dare un nuovo contratto a tutti i dipendenti del settore in un momento particolare per l'industria italiana e lo sviluppo del Paese. Siamo convinti che le nostre proposte siano più che mai attuali e legittime. Salario, conciliazione vita lavoro, inquadramento, mercato del lavoro, sono temi da cui non si può prescindere, per portare il contratto dell'industria ad un livello di qualità in linea con i tempi e l'evoluzione del mondo del lavoro.” ha dichiarato Nicola Panarella, segretario generale della Fim di Padova e Rovigo.

“Il contratto nazionale deve ridare certezze a tutti i lavoratori, solo così possiamo rilanciare la rappresentanza del sindacato unitario in tutti i luoghi di lavoro e dare la dignità di un salario giusto e stabile per tutti i lavoratori, ricordando che il contratto dei metalmeccanici è il più grande dell’industria privata.” sono le parole di Davide Crepaldi segretario generale della Uilm di Padova.

Fim Cisl Padova-Rovigo, Fiom Padova, Uilm Padova

Padova,10 ottobre 2019             

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search