Sabato, 24 Agosto 2019

ZOOM. Articoli e commenti

Una vita con la Fiom

Una vita con la Fiom

Meta Edizioni ha voluto pubblicare in un'edizione digitale questo breve ma intenso racconto autobiografico di Gino Mazzone, operaio alla Fatme prima e dirigente nazionale poi del sindacato dei metalmeccanici della Cgil. Un racconto in cui Gino ripercorre i momenti più significativi della sua "vita con la Fiom".

Ho incontrato il sindacato poco prima di entrare in fabbrica alla Fatme di Roma. A dicembre del 1960, l'entrata allo stabilimento era su via Appia a poca distanza dall'incrocio con via delle Cave, quella mattina un gruppo di noi giovani, doveva entrare per il colloquio e l'assunzione incontrando il capo del personale avvocato Ghergo.

Il cancello di entrata era aperto, ma davanti c'erano molti operai in tuta blu, camice nero o blu per le donne, che erano numerose: «oggi nun s’entra è sciopero, annatevene a casa che è mejo!»

Abbiamo discusso tra di noi sul da farsi, e lì ho avuto il mio primo incarico di rappresentanza, dovevo discutere con i capi del picchetto (così si chiamava) Enzo De Feo (Comunista) e Romolo Di Pasquale (Socialista) della commissione interna: erano la Fiom. 

 

Per coninuare a leggere scarica il formato che ti interessa (PDF | EPUB | MOBI) dal sito di Meta Edizioni

CLICCA QUI

Tags: , ,

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa Privacy e Termini di Utilizzo e di prestare il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità indicate nella Privacy policy

Search