Martedì, 21 Maggio 2019

Meeting 2013 del Gruppo di Lavoro Automotive di IndustriAll



Si è tenuto a Tokyo dal 10 al 12 dicembre il meeting annuale del Gruppo di Lavoro Automotive di IndustriAll Global Union.

Significativa la partecipazione ai lavori con un centinaio di delegati provenienti da 20 paesi di tutti i 5 continenti.

Particolarmente interessante l'Agenda del meeting che non prevedeva una carrellata generale della situazione nei diversi paesi e imprese ma ha messo a fuoco l'azione svolta o programmata dai vari sindacati a livello transnazionale. In particolare sono stati individuati due ambiti di discussione:

le azioni per sostenere ed estendere la presenza sindacale e garantire il diritto alla contrattazione collettiva, e lo sviluppo e implementazione dell'attività delle reti sindacali globali nei diversi gruppi multinazionali del settore automotive.

Ha aperto e presieduto i lavori del meeting Bob King (UAW) presidente del settore Automotive di IndustriAll. quindi il saluto dei presidenti delle federazioni giapponesi JCM e JAW Koichiro Nishihara e Yasunobu Aihara e gli interventi di Kemal Ozkan (Vice segretario generale diIndustriAll)e di Helmut Lense (Direttore del settore auto e gomma di IndustriAll)

Lense ha presentato le principali attività internazionali svolte nel corso dell'ultimo anno da IndustriAlle dalle OOSS affiliate relativamente al settore automotive. In particolare la campagna di sostegno ai sindacati indipendenti messicani. In Messico le molte imprese incluse le controllate di gruppi multinazionali. utilizzano finti accordi sindacali stipulati con sindacati di comodo o anche del tutto fittizi, in base ai quali escludono dai diritti alla rappresentanza e alla contrattazione collettiva tutti gli altri sindacati. L'azione più sognificativa in questo ambito è stato un incontro a Mexico city a fine settembre, in collaborazione con la Fondazione F.Ebert, in cui rappresentnze sindacali delle principali imprese automobilistiche di Europa, Usa, Canada e Giappone, hanno incontrato i sindacati indipendenti messicani e in cui, oltre la denuncia della situazione si sono presi impegni precisi da parte di Industriall dei sindacati internazionali presenti sia relativamente a interventi in specifiche situazioni che alla prosecuzione di una generale campagna di solidarietà e assistenza organizzativa ai sindacati messiani.

Venendo alle sessioni di lavoro del meeting, la parte più ampia è stata quella dedicata a:

Azione sindacale transnazionale e attività dei network

Il presidente del Consglio sindacale mondiale di Volkswagen, Frank Patta, ha illustrato i programmi del consiglio VW in India Messico, Russia e Stati Uniti per intervenire a sostenere i diritti e la organizzaione dei sindacati in imprese controllate da VW.

Analogamente Thomas Metz (del Consiglio di Daimler) ha esposto èèèè interventi organizzativi e progetti di sostegno ai sindacati nelle imprese del gruppo in India e Stati Uniti

Il caso della Nissan negli Stati Uniti, per il suo impianto in Mississipi, dove il management cerca con ostinazione di impedire la presenza del sindacato in fabbrica, è stato forse quello emotivamente più coinvolgente fra quelli discussi nel meeting, anche per la partecipazione diretta di vari rappresentanti di quella realtà, non solo delegati e sindacalisti, ma anche esponenti di movimenti per i diritti civili. Particolarmente applaudito l'intervento di Clifford Odoms ( tecnico alla Nissan di Canton Misssisipi) che ha rappresentato efficacemente la volontà dei lavoratori di non rinunciare a lottare per i propri diritti e e per ottenere il riconoscimento della rappresentanza sindacale in azienda.

Altre interventi hanno poi illustrato le iniziative fatte o in cantiere dai sindacati di Suzuki Volvo, Ford, GM, e Honda per rafforzare o sostenere i sindacati nelle imprese controllate dai diversi gruppi in alcuni paesi con particolari criticità sul tema dei diritti sindacali (Messico, Russia, India e Thailandia)

Relativamente alla attività dei network globali o di coordinamento fra diversi sindacati si è discusso di:

  • La prima conferenza asiatica dei lavoratori del settore Auto.

  • Il seminario comune delle strutture sindacali Nissan nel mondo.

  • Una azione comune dei sindacati di Honda e Toyota per un lavoro in rete con i sindacati delle imprese di fornitura dei due gruppi in Thailadia

  • Iniziativa dei sindacati di Renault in Korea e in Turchia.

  • Lo sviluppo delle attività del network Hyunday/Kia

  • L'avvio di un worshop sulla Cina, x una analisi delle situazione sindacale e di possibili azioni di industriAll in quel paese.

  • Le attività della CNM CUT in Brasile in particolare nelle aree di svluppo degli investimenti dei principali produttori di auto, che in Brasile vede FIAT-CHRYSLER in posizione di leader di mercato e che ha già avviato i lavori del nuovo impianto a Curitiba.

  • Sulle violazioni dei diritti sindacali in Fiat e la situazione critica dell'impresa, è intervenuto Stefano Maruca per la Fiom Cgil, in particolare riferendo sulle novità determinatesi con la sentenza della Corte costituzionale e da ultimo con la ripresa del negoziato dirette tra Fiat e Fiom. Nel contempo denunciando l'assenza di una azione di solidarietà verso la Fiom da parte del Network globale Fiat-Chrysler e di IndustriAll e la criticità delle prospettive produttive e occupazionali in assenza di un piano industriale e di investimenti adeguati da parte della proprietà (il testo dell'intervento è disponibile sul sito insieme agli atri materiali del meeting). L'intervento di Maruca (FIOM) è stato seguito da quello di Uliano della Fim che si è dissociato dalle accuse rivolte dalla Fiom alla Fiat e ha presentato una sua valutazione sullo stato delle relazioni sindacali e della situazione economica del gruppo.

C'è poi stata la sessione dedicata agli accordi transnazinali e agli accordi quadro globali.

Frank Patta ha presentato la Charta Volkswagen sui diritti e le relazioni sindacali di itutto il gruppo VW e l'ultimo accordo di gruppo sul lavoro interinale, con il quale si riusciti ad aumentare il salario di questi lavoratori e si sono fissati limiti alla durata e alla reiterazione dei contratti temporanei.

Presentato anche l'accordo Quadro globale recentemente sottoscritto alla Reanault.

Report sulla situazione nel settore pneumatici con una ampia relazione riguardante il caso Michelin svolta da Cyrille Poughon (FCE CFDT -Francia)

L'ultima relazione a conclsione del meeting è stata di Jennifer Kelly (UAW) che ha presentato una analisi del centro studi di UAW sulle prospettive del mercato mondiale dell'auto e delle strategie seguite dai principali Gruppi multinazionali.

Infine le elezioni di due nuovi dirigenti nella presidenza del Gruppo di Lavoro Automotive

E stata eletta come co- Presidente del gruppo di lavro la giovane sindacalista argentina Gabiela Andrea Pignanelli (esponente di SMATA) e come Vice presidente il brasiliano Sergio Butka (esponente di SIMEC)

L'ultimo atto del meeting è stata la decisione sulla sede per il meeting nel 2014, che si terrà a Bangkok

I materiali e la documentazione del meeting sono disponibili in lingua inglese nelle pagine web dell' ufficio Internazionale Fiom.

 

Stefano Maruca, Ufficio Internazionale Fiom

Attachments:
FileFile size
Download this file (13_12_12-Automotive_Tokyo.pdf)Tokio 12/12/201351 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search