Mercoledì, 22 Maggio 2019

Bombe Italiane all'Arabia saudita: tutto regolare per il ministro Pinotti

LOGOFIOM-180X120

 

Dopo la strage terrorista di Parigi anche i meno informati hanno scoperto come l'Italia sia tra i principali paesi da cui si forniscono armi agli eserciti più o meno regolari che si combattono in medio oriente, Siria e Iraq inclusi.  Uno studio di Archivio Disarmo (su dati SIPRI e relazione parlamentare sull'esportazione di armi) indica che il 23% del totale delle esportazioni italiane di armi nel 2014 e stata indirizzata a Emirati Arabi, Arabia Saudita e Oman.

Potete trovare lo studio completo cliccando qui.

A proposito di esportazioni di armi Italiane nei paesi del Golfo Persico, in allegato riportiamo il comunicato della Rete Italiana Disarmo (cui anche la Fiom aderisce) che chiede conto al Governo della fornitura di bombe all'Arabia Saudita e da questa  utilizzate per bombardamenti sullo Yemen. Nella nota si contesta la legittimità di tale fornitura in base alla legge italiana sull'export di armi che vieta di esportare armi a paesi  attualmente in conflitto.

 


Ufficio internazionale Fiom-Cgil

Roma, 24 novembre 2015

Attachments:
FileFile size
Download this file (15_11_24-rete-disarmo.pdf)Rete disarmo: Bombe italiane all’Arabia Saudita31 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search